L’avvento è il tempo sottile,

il tempo propizio per riprendere fiato,

per vivificare la nostra speranza.

Oggi siamo sfiduciati e avviliti e poveri di speranza.

La liturgia dell’avvento è un inno alla speranza,

è un invito pressante a sperare,

ad unire intimamente la speranza alla fede

e la fede alla speranza.

Essa ci propone continuamente testi biblici

che cantano e infondono speranza.

L’avvento è attesa: attesa del Natale,

attesa della venuta gloriosa di Cristo

alla fine dei tempi.

L’attesa è sinonimo di aspettativa significativa

ed ha come obiettivo il miglioramento della persona,

la qualità della vita.

Non ha mire egoistiche o interessate,ma il bene della persona.

L’attesa non chiede nulla, non insiste, non si stanca, è paziente

e sa aspettare con fiducia e speranza.

Attesa è guardare da lontano senza forzare nulla.

L’attesa aborrisce pretese e ricatti.

Noi cristiani siamo chiamati a tener viva questa attesa.

 

«Il tempo dell’Avvento è un tempo particolarmente adatto per il culto della Madre del Signore. I fedeli che vivono con la Liturgia lo spirito dell’Avvento, considerando l’ineffabile amore con cui la Vergine Madre attese il Figlio, sono invitati ad assumerla come modello e a prepararsi per andare incontro al Salvatore che viene, vigilanti nella preghiera, esultanti nella sua lode» (Paolo VI).

Amico, la nostra comunità ti porge il benvenuto nella speranza che il tempo che trascorrerai con noi sia per te fonte di riposo e di arricchimento spirituale. L’ospitalità è uno dei modi con cui la nostra fami­glia religiosa in-tende realizzare il pro­prio servizio e la propria comunione con tutti i fratelli. La nostra comunità ti invita ad impegnarti in­sieme ad essa, in un clima di raccoglimento e di silenzio, nella riflessione della Parola di Dio, nello studio e nella preghiera. Questo convento, ricco di storia, ti offre la bellezza della na-tura, sacramento di Dio, e la possibilità di fare silenzio dentro di te per veri-ficare la tua vita alla luce dell’Evangelo. Noi frati tioffriamo il silenzio, la vita e la preghiera comunitaria, la devozione alla Vergine, la nostra amici-zia, non nascondendo le nostre limitatezze.

 

orari della comunità

 

ogni giorno: 7.30: canto delle lodi

8.00: eucaristia con omelia

12.00: ora media

19.00: canto dei vespri con la lettura del vangelo del giorno

 

celebrazione della riconciliazione (confessioni)

eccetto il lunedì, giorno della comunità

 

ogni settimana:venerdì: 20.30: lectio divina

 

sabato: 7.30: lodi ed eucaristia di s. Maria in sabato

12,00: preghiera mariana

19.00: primi vespri della domenica

 

domenica: 8.00: canto delle lodi

10.30 e 17.00: celebrazioni dell’eucaristia

© 2016 S.Maria del Cengio - Comunità dei Servi di Maria
Top
Seguici su: