Comunicazioni da santa Maria del Cengio

GIUGNO 2013

Giovedì 6  alle ore 20.30 “Io credo. Dialogo tra un’atea e un prete”. Alla presentazione del libro, che viene tenuta nell’ Auditorium “Paolo Sarpi” – Convento S. Maria del Cengio, interviene don Pierluigi Di Piazza. (Ingresso libero)

In questo libro gli autori Margherita Hack (una scienziata atea che ha appena compiuto novant’anni) e Pierluigi Di Piazza (un prete di frontiera sempre pronto a lottare dalla parte dei più deboli) dialogano sui temi del vivere quotidiano offrendo una testimonianza, segnata da incursioni autobiografiche, che tende a risvegliare una coscienza laica capace di indignarsi davanti all’ingiustizia, all’evasione fiscale, alla corruzione, all’illegalità …, capace di riconoscere la “religione come strumento di fratellanza, uno strumento prezioso che punta agli ideali più alti”, capace di un’etica planetaria… I due autori – nel dipanarsi del loro dialogo – rivelano una profonda passione per l’umanità. Una fede per l’uomo e per la donna di oggi. Per la scienziata Hack si tratta di credere nella solidarietà tra gli esseri viventi (Hack), per il prete Di Piazza si tratta di credere nella prossimità ad ogni essere con lo stile di Gesù di Nazaret, un Dio umanissimo che sta in mezzo alla gente, che accoglie, ascolta, perdona.

Venerdì 7  alle ore 20.30 Lectio divina

Sabato 8  alle ore 21.00 – nel chiostro del convento di S. Maria del Cengio – L’Associazione “Un’Isola per gli altri” con il patrocinio del Comune di Isola Vicentina presenta “Voci di Terra”: un concerto tribale con Antonio Gregolin (voce elementare), Renato Poletto (armonic voice, gong), Angelo Gallocchio (disco armonico, percussioni), Alessandro Gomiero (campane tibetane, percussioni)  [offerta libera. Il ricavato andrà a sostegno di donne e bambini in difficoltà in Africa ed in America Latina]

Venerdì 14  alle ore 20.30 Lectio divina

Domenica 16 ore 15.30 incontro formativo dell’Ordine secolare

Lunedì 17 ore 20.30 Camminata meditativa, aperta a tutti, guidata da Nicoletta Simeone.

La parola conduttrice è una frase di fra Giovanni Vannucci: “Ciascuno di noi è un messaggio che Dio manda al mondo, una parola irripetibile che ha pronunciato, e che non ripeterà più”.

Il punto di avvio è il chiostro del convento di santa Maria del Cengio. [Munirsi di scarpe idonee per il cammino e una pila]        

Mercoledì 19 festa di santa Giuliana Falconieri O.S.M.  

ore 7.30 Lodi e 8.00 Eucaristia

Venerdì 21 alle ore 20.30 Lectio divina

Venerdì 28  alle ore 20.30 Incontro sulla Parola di Dio, coordinato da Franco e Paola Meggiolaro

Gli incontri, aperti a tutti, che iniziano venerdì 28 giugno e proseguono con un calendario concordato con i partecipanti, hanno come obiettivo l’educazione reciproca alla Parola di Dio al fine anche di vivere la Liturgia Eucaristica della domenica in modo più partecipato, autentico e consapevole nella certezza che la Parola di Dio non dice semplicemente qualcosa a me, ma prima ancora dice qualcosa di me. Sappiamo che nessun nostro comportamento è neutro perché si viene educati o diseducati dalle persone che incontriamo. La riflessione che vivremo insieme vuole quindi essere un dono reciproco di ciò che lo Spirito suscita in noi convinti che: “Colui che è tanto grande e tale che contiene nel palmo della mano tutto il creato, tutto intero è da te contenuto, abita in te e non si restringe rimanendo nella tua natura” (Gregorio di Nissa)

La riflessione personale sulla Parola sarà preceduta da una breve presentazione che avrà lo scopo di porre delle domande, suscitare pensieri riflessivi e creativi, obbligare a fermarsi per cogliere le anime e le storie del gruppo e di porre attenzione a come ci muoviamo sulla scena della vita.
Insomma: vorremmo aiutarci ad entrare nella dimensione dell’eterno già qui e ora, perché l’eterno non è dopo, alla fine, di là, ma si tratta invece delle regioni dell’essere che abitano dentro di noi
.[Franco M.]

© 2016 S.Maria del Cengio - Comunità dei Servi di Maria
Top
Seguici su: