La comunità di santa Maria del Cengio

riprende a celebrare, domenica 5 luglio,

l’Eucaristia festiva delle 10.30 e delle 17.00.

E’ solo gioia rincontrarci e celebrare insieme,

pur nei limiti che esperimentiamo

1. Si sale e si discende la scalinata che porta al santuario/chiostro, tenendo la destra e la dovuta distanza.
2. All’uscita, per evitare assembramenti, è consigliabile, attraversato il chiostro, prendere la via del giardino e, dopo una sosta devota davanti alla grotta, raggiungere il parcheggio.
3. Tempo permettendo, la celebrazione ha luogo in chiostro, dove si accede indossando la mascherina, e detergendo le mani con una soluzione idroalcolica, messa a disposizione all’entrata. Nel caso che non ci sia disponibilità di posti in chiostro è possibile raccogliersi in santuario, dove si può seguire la celebrazione attraverso gli altoparlanti.
4. Ovviamente i nuclei familiari possono stare insieme e così, per il dono condiviso dell’Eucaristia, rendere più saldi i loro legami.
5. Allo scambio della pace possiamo adottare il saluto nella tradizione indiana: congiungere le mani, portarle all’altezza del proprio cuore, rivolgerle alla persona che sta di fronte, accompagnando questogesto con lo sguardo sorridente e con il pensiero: saluto il divino che ti abita.
6. Nel caso che il tempo sia piovoso, la celebrazione ha luogo in santuario e, per evitare assembramenti, si può prendere posto nei corridoi del chiostro, seguendo la celebrazione attraverso gli altoparlanti.
7. Un suggerimento fraterno: per ridurre l’impatto ambientale e umano lascia l’auto a casa o nel parcheggio del paese e sali, se puoi, a piedi al convento e al santuario di santa Maria; se non puoi, per ragioni che tu solo puoi valutare, vieni con la tua auto.

Write a comment:

You must be logged in to post a comment.

© 2016 S.Maria del Cengio - Comunità dei Servi di Maria
Top
Seguici su: