Chi Siamo, Dove Siamo, Cosa Facciamo

Chi siamo

Un ponte di luce tra cielo e terra. Così i frati del convento di Santa Maria del Cengio ad Isola Vicentina amano definire il luogo in cui vivono e lavorano.
Nell’eremo, isolato sulla sommità di un colle, trovano accoglienza persone alla ricerca di solitudine e ritiro spirituale.

Dove siamo

COMUNITÁ DEI SERVI DI MARIA – SANTA MARIA DEL CENGIO
Via del Convento 17
36033 Isola Vicentina (VI)
Tel. 0444 976131

 

info@smariadelcengio.it
mariadelcengio@gmail.com
http://www.smariadelcengio.it

Ultimi Articoli

Video

  • PER UN MONDO SENZA LUPI - 4 aprile

    FILO ROSSO - sabato 4 aprile la Parola nel tempo della distanza PER UN MONDO SENZA LUPIp. Ermes Ronchi video - M. Marcolini audio Gv 11, 46-56Se quest’uomo continua così tutti gli andranno dietro! L’istituzione religiosa sente franare il potere sotto i piedi, e decide di eliminare Gesù. Compie molti segni, loro li vedono. Ha già risuscitato Lazzaro, allora decidono di eliminarlo come prova vivente.Di miracoli ce ne sono fin troppi, nel mondo, ma non convertono proprio nessuno. Perché non è mai un fatto esterno che ci converte, ma solo ciò che viene dall’anima, un seme dentro.Come sono arrivati fin qui?Gesù ha denunciato che il loro vero dio è il denaro,che vogliono rappresentare Dio ma non sanno niente di lui. Li ha chiamati sepolcri imbiancati; li ha smascherati come commedianti,innamorati delle loro poltrone fino all’omicidio e alla menzogna.Se il popolo crede a queste parole, è la fine. Allora Caifa, il leader, interpreta il pensiero di tutti: è meglio che muoia!Anzi la parola-chiave: è conveniente per noi. È nel nostro interesse!Cercano, e trovano una scusa sul terreno politico: evitare una sommossa e quindi l’intervento delle legioni romane.Ma quando mai Gesù ha predicato la guerra? Imbrogliano perfino sul motivo della sentenza di morte, che non è quella di un rivoltoso contro l’impero,ma quella di un pastore vero, che vede venire i lupi e non scappa. Che muore per difendere pecore e agnelli, muore per un mondo senza lupi dove tutti sono fratelli. Dove il più grande è colui che ama di più, e il più piccolo è il più importante di tutti. L’infinita tenerezza di Dio.. abbracciato per sempre ad ognuno dei suoi figli.

    Pubblicato da Ermes Maria Ronchi su Venerdì 3 aprile 2020

     FILO ROSSO – sabato 4 aprile la Parola nel tempo della distanza PER UN…

  • ABBA’ di CIELO SQUARCIATO - 3 apr

    FILO ROSSO la Parola nel tempo della distanzaABBA’ di CIELO SQUARCIATOp. Ermes Ronchi video - M. Marcolini audioVen 3 aprile Gv 10,31-42 ”Perché volete uccidermi?“ E’ un incalzare di attentati.La risposta: perché tu bestemmi. Hai detto che sei figlio di Dio.Allora Gesù cita un salmo meraviglioso: siete tutti figli di Dio, tutti come dei (Sl 82,6).Uno squarcio di cielo.Tutte le religioni del mediterraneo, fenici, egizi, greci, romani, davano a un dio il nome di padre, il padre Giove.Anche gli ebrei si rivolgevano a Dio chiamandolo padre.Ma Gesù diceva Abbà, nella lingua materna, l’aramaico, e non in quella solenne della sinagoga, nella parlata dei bambini, non in quella dei rabbini.Abbà è una parola carica di affetto, confidenza e gioia, per noi e’ dire papà, babbo...Non quindi il pater familias dei latini, con potere di vita o di morte sui figli, loro padrone.Abbà è tenerezza, la rivoluzione portata da Gesù. La bestemmia della tenerezza che ci mette tutti sotto il grande arcobaleno dell’amore.Gesù non da mai a Dio la qualifica di onnipotente, questo non c’è nel vangelo. Nella sua vita Dio è colui che si avvicina, si commuove, prende per mano, fascia le ferite, corre incontro, perdona, non abbandona. Lo troverai sempre dalla tua parte.Non è onni-potente, ma l’onni-amante. Gesù sarà ucciso per questa bestemmia!Siamo figli di questo Abbà, e io non ho il diritto di pregarlo chiamandolo padre, se a mia volta non vivo da padre e madre verso tutte le creature; come lui, custode della vita in tutte le sue forme; anch’io piccolo padre o madre planetari.Chissà che oggi Gesù non rivolga proprio a noi le bellissime parole del salmo: davvero siete tutti come dei, tutti come veri figli.

    Pubblicato da Ermes Maria Ronchi su Giovedì 2 aprile 2020

    FILO ROSSO la Parola nel tempo della distanza ABBA’ di CIELO SQUARCIATO p. Ermes Ronchi…

  • LE TRE SORELLE -Gio 2 aprile

    FILO ROSSO la Parola nel tempo della distanza LE TRE SORELLE p. Ermes video - M. Marcolini audioGio 2 Aprile Gv 8, 51-59“Abramo esultò nella speranza di vedere il mio giorno. Lo vide e fu pieno di gioia”.Filo rosso. Abramo, pronto all'impossibile, a camminare per tutta la vita dietro alla promessa di figli come stelle, più della sabbia del mare. Vecchio d'anni ma non vecchio di cuore. Si fida di Dio. Ciò che Dio promette è perfino illogico, ma Dio è affidabile. E quando gli chiede di legare il piccolo Isacco e alzare il coltello, è tutto incredibile, in quel momento Dio nega le promesse di Dio, Dio nega Dio, c’è da impazzire: ma Dio è affidabile. E troverà il modo: un angelo che ferma il coltello. Nella vita di ciascuno Dio è affidabile. Risponde non alle nostre richieste, ma alle sue promesse: sarò con voi, tutti i giorni, con una vita eterna, di una qualità indistruttibile.Quando Abramo muore della terra di latte e miele ha acquistato solo una grotta, grande appena quanto basta per due tombe; dei figli come stelle, ne ha uno solo, che ha rischiato di uccidere. Quasi niente, eppure conserva la speranza. Che è come una corda di gioia tesa verso il futuro, un ponte tibetano sopra l’abisso.Abramo esultò nella speranza: guarda il piccolo seme presente e vede la spiga futura. Nel suo Isacco imperfetto, vede Gesù, il figlio perfetto. Ed esulta. Possiamo anche noi, oggi, coltivare una aiuola di speranze, che danno gioia (ricordate il piccolo principe: se tu arriverai alle 5 io alle 4 comincerò già ad essere felice). Abbracci che sono mancati, pace per me e per i miei, e che non si lasci indietro nessuno.Non è: io speriamo che me la cavo. La speranza è ciò che sogno per me e per il mondo, a cui mi protendo, come a un gancio in mezzo al cielo, alto e affidabile.Ci sono tre sorelle, fede speranza e carità. La speranza è la virtù bambina, cammina in mezzo alle due sorelle più grandi che la tengono per mano. Diresti che sono loro a tirarla, invece no, è la bambina che tira fede e carità, è la speranza che trascina avanti la vita.

    Pubblicato da Ermes Maria Ronchi su Mercoledì 1 aprile 2020

    FILO ROSSO la Parola nel tempo della distanza LE TRE SORELLE p. Ermes video –…

  • Libertà recintata di orizzonte - 1 aprile

    FILO ROSSO la Parola nel tempo della distanzaLIBERTA' RECINTATA DI ORIZZONTEp. Ermes con audio di Marina Marcolini Mer 1 aprile Gv 8,31-42Disse Gesù a quelli che gli avevano creduto: “Se rimanete nella miaparola...Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi”.Gli risposero: il nostro padre è Abramo. Disse loro Gesù: se fostefigli di Abramo fareste le opere di Abramo.Filo Rosso.Conoscerete Ii Dio che vi farà liberi.Il segreto della libertà è in quelpezzetto di Dio che è in te.Dio che non costringe mai. Lui che possiede tutti i poteri percostringermi, non mi costringe. Lo tradisco quando mi lascio prendere dalla paura di cosadiranno di me e mi accodo, cambio casacca aseconda del vento...Noi non siamo liberi perché abbiamopaura. Paura del giudizio degli altri, di perdere: denaro, stima, ruolo,affetti.La verità vi farà liberi. Più sei vero, autentico, non reciti, non sei un commediante dellerelazioni, più sei libero.E' allora che porti il sapore della tua creatività, originalità, unicità!Se vuoi essere felice devi essere coraggioso.Gli risposero: il nostro padre è Abramo. Magari, dice Gesù.Abramo è il nomade che per letto ha la sabbia del deserto, sulla testa hail tetto del cielo, e come recinto l’orizzonte.Libero di partire dalla sua terra, di fare qualcosa che prima era impensabile, pronto a mettersi inviaggio verso l’ignoto dietro a una promessa.Tutte le volte che ho incontrato uomini e donne di fede, ho trovato duecose: non tanto la bontà, ma la libertà, prima di tutto. Si sprigiona dai grandi credenti una libertàcontagiosa, che rompe i legami del secondario e delsuperfluo.E poi la gioia, un lampeggiare di festa. Che sono le figlie bellissime delcoraggio di essere liberi.

    Pubblicato da Ermes Maria Ronchi su Martedì 31 marzo 2020

    FILO ROSSO la Parola nel tempo della distanza LIBERTA’ RECINTATA DI ORIZZONTE p. Ermes con…

p. Ermes incontra..

Gli incontri di p. Ermes sono momentaneamente sospesi in ottemperanza alle indicazioni diocesane e ministeriali in merito al contrasto diffusione Covid-19.

Ciò sarà fino a nuove disposizioni.

Auguriamo a tutti voi una Santa Pasqua

con il Signore risorto.

Calendario Attività

aprile 2020

lun mar mer gio ven sab dom
1
2
3
4
5
  • EUCARESTIA ORE 10.30 E ORE 17.00
6
  • Apertura pomeridiana dell'eremo: accoglienza e ascolto
  • Pregare con il corpo - Pilates con Nadia Ongaro
7
8
9
10
  • LECTIO DIVINA
11
12
  • EUCARESTIA ORE 10.30 E ORE 17.00
13
  • Apertura pomeridiana dell'eremo: accoglienza e ascolto
14
15
16
17
  • LECTIO DIVINA
18
19
  • Camminare la vita - 2° gradino "Benedizione e perdono"
  • EUCARESTIA ORE 10.30 E ORE 17.00
20
  • Apertura pomeridiana dell'eremo: accoglienza e ascolto
  • Camminata meditativa dal chiostro del convento all'eremo: "Passi di presenza"
21
22
  • Meditazione per il risveglio del nome divino che è in noi - con Paolo Fiorenzato (strumenti pluritecnici) e Elisa Sperotto (voce)
23
24
  • LECTIO DIVINA
25
  • Ultimo fine settimana del mese - Eremo aperto
26
  • EUCARESTIA ORE 10.30 E ORE 17.00
27
  • Apertura pomeridiana dell'eremo: accoglienza e ascolto
  • Condivisione gratuita dei saperi: "Mindfulness: presenza mentale" con Michela Agostini
28
29
30

SIMILITUDINI

Message from . 12 Febbraio 2014. Category: Poesie

This is Photoshop’s version of Lorem Ipsum. Proin gravida nibh vel velit auctor aliquet.
Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auctor, nisi elit consequat ipsum, nec sagittis sem nibh id elit.
Duis sed odio sit amet nibh vulputate cursus a sit amet mauris. Morbi accumsan ipsum velit. Nam nec tellus a odio tincidunt auctor a ornare odio. Sed non mauris vitae erat consequat auctor eu in elit.